La mia vita Disney: quel che è stato e ciò che verrà

DSCF8361Ho sempre avuto un forte legame con il mondo Disney; a forza di cantare e ballare canzoncine dei cartoni animati fin da piccola, credo che la situazione mi sia un po’ sfuggita di mano dato che…mi sono proprio ritrovata a lavorare nel posto dove tutti questi sogni e magie divengono realtà, Disneyland Resort Paris, in particolare al dipartimento “Show and Parade”.

Lavorare alla Disney significa mettersi in gioco ogni giorno, portando la magia in ogni istante che i guest decidono di passare esplorando questa terra incantata; per me significava anche poter dare vita a personaggi e storie incredibili che stupiscono i bambini, rievocano ricordi lontani e perché no, regalano un sorriso sincero agli adulti che li accompagnano.

Ecco gli ingredienti di questa mia avventura: amicizie indimenticabili divenute per me una seconda famiglia; fatica, tanta fatica (cosa di cui non molti tengono conto quando si parla di lavorare in un parco divertimenti, vi assicuro che questo lavoro richiede impegno costante e nervi saldi) accompagnata da una consistente dose di passione ed entusiasmo nel mio lavoro; dinamicità, dato che i ruoli ed i luoghi in cui mi trovavo a svolgere la mia professione erano ogni giorno differenti; tante, tantissime soddisfazioni e momenti che hanno fatto di me ciò che sono ora; un pizzico di follia, per decidere di pronunciare la famosa frase “Mollo tutto e vado a lavorare a Disneyland” e farlo sul serio, cosa di cui non mi sono mai pentita.

Certo, quando ho messo piede per la prima volta a Disneyland pensavo fosse solo per un mese, poi pensavo fossero solo altri tre mesi, poi il contratto veniva rinnovato e poi…si è fatto strada in me il pensiero che potessi puntare ancora più in alto, che potessi fare di più, che potessi ampliare i miei orizzonti ed unire le opportunità che la Disney mi offriva alla mia instancabile voglia di viaggiare e conoscere il mondo.


Questo è un piccolo assaggio di quel che è stato, ora vediamo un piccolo assaggio di ciò che verrà: Walt Disney World Orlando.Un sogno, per chi come me ha lavorato nella sua versione in miniatura nell’ Île-de-France. Come si può constatare novanta volte su cento parlando di America, sarà tutto moltiplicato per tre, quattro, cinque volte. Ciò che mi aspetto è davvero la versione nuova ed amplificata della mia precedente esperienza.


FloridaMapUn anno intero in una location molto più grande e variegata situata per di più in Florida, un posto che non ho avuto ancora occasione di visitare e scoprire nella mia vita da viaggiatrice, circondata da tantissime nazionalità diverse (da brava studentessa di lingue la scorsa volta sono partita con solamente l’inglese e tornata con francese e spagnolo a buoni livelli, questa volta…chi lo sa?), con la nuova sfida di rappresentare non solo la Disney ma anche la mia cultura italiana, attraverso un impiego all’interno del Disney Cultural Representative Program in cui partirò completamente da zero, dato che questa volta toccherà alle mie abilità nella ristorazione farsi valere.

Ogni giorno che passa, la partenza si avvicina e l’adrenalina sale. Inganno l’attesa aggiornando la mia bucket list di tanto in tanto. Ascoltando e leggendo le aspettative dei miei futuri colleghi li trovo pieni di entusiasmo, divento sempre più impaziente di conoscere la nuova famiglia Disney che mi accompagnerà in questa parte del mio percorso, impaziente di vivere le mie future tappe americane.


P.S. : in anteprima dalla bucket list, gustare una butterbeer a The Wizarding World of Harry Potter, presso gli Universal Studios!

2 pensieri su “La mia vita Disney: quel che è stato e ciò che verrà

Lascia un commento o una domanda: