L’inizio dalla fine

Ebbene sì, siamo stati assenti in quest’anno non scrivendo nuovi articoli sul blog, ma credetemi che il tempo a disposizione durante il programma è stato davvero poco.

Sia chiaro, non deve essere letta come una cosa negativa, tutt’altro, perché durante questo anno sono successe talmente tante cose ed abbiamo fatto talmente tante esperienze ed avventure che il tempo libero da dedicare per scrivere al PC un articolo si è ridotto praticamente a zero.

passporto e bigliettoIn questo momento tutti e noi cinque abbiamo terminato il programma, chi per un motivo chi per un altro, e personalmente in questo momento mi trovo in una stanza di albergo con qualche oretta libera da dedicare prima che parta il mio volo per l’Italia (vi spiegherò tutto più avanti, tranquilli). Ed è quindi così che voglio ricominciare a pubblicare nuovi post sul blog, partendo proprio dalla fine.

Prima di partire, leggendo vari blog e guardando video su YouTube (qualcuno ha detto Cristina? 😀 ), mi sembrava davvero difficile convincermi che effettivamente il tempo volasse così veloce, ma invece sono già qui, alla fine del mio percorso che, se dovessi tornare indietro, rifarei senza alcun dubbio. Ma andiamo con ordine.

Forse non lo ricorderete, ma io sono partito il 9 Giugno 2015 per lavorare nel Food & Beverage, perfettamente consapevole che il lavoro sarebbe stato difficile e faticoso (tale si è dimostrato, ma ne parlerò in dettaglio più avanti). La mia partenza è stata da sempre quasi sul filo del rasoio, perché vincolata alla mia laurea, poi fortunatamente presa con successo, ad Aprile.

Ebbene sì, un Dottore in Informatica che parte per Orlando a fare il cameriere. Vi starete ora sicuramente chiedendo, ma perché mai fare una cosa così tanto distante dal mio settore?

I motivi sono stanti tanti tra cui la lingua inglese, conoscere nuove persone, ma soprattutto esplorare, sperimentare cose nuove e provare ad essere veramente indipendenti. Credo di poter dire di essere riuscito nel mio scopo.

Ho avuto modo di conoscere gente fantastica, ho viaggiato e visitato posti fantastici, ma soprattutto imparato veramente cosa voglia dire dover badare a tutto e doversi gestire economicamente.
bagaglio
Sono pronto a ritornare? Beh, domani ho il mio volo per l’Italia ed onestamente comincio già ad avvertire la nostalgia di questo posto (in particolare le persone, di cui una in particolare), ma sia chiaro, non mi manca per nulla il lavoro che facevo. Pensare poi di dover affrontare un volo praticamente eterno sul quale non riuscirò a riposare (ebbene sì, sono uno di quelli che su un sedile non riesce a dormire xD) non mi entusiasma più di tanto.

Piani per il futuro? Non voglio svelarvi troppo per il momento perché ci sto ancora lavorando, ma sappiate che il piano che avevo in origine è stato sconvolto, letteralmente, grazie ai suggerimenti di una persona che ho conosciuto sul posto. A presto i dettagli 😉

Cosa succederà al blog? È mia intenzione ora che ho molto tempo a disposizione tutta la mia esperienza, sperando di non essere troppo prolisso e noioso.

A prestissimo allora!
Gabriele

P.S. questo articolo è dedicato ad una persona in particolare, Federica. Sono sicuro che lei conosca il motivo 😀 

2 pensieri su “L’inizio dalla fine

  1. Ciao non vedo l’ora di leggere il tuo resoconto 🙂 ma è già passato un mese da quando hai postato l’ultimo articolo , allora ? non mi dire che hai già cambiato idea e che non lo farai 😀

Lascia un commento o una domanda: